BLOG

Nel testo approvato dal Consiglio dei ministri, il nuovo Decreto Ristori quater, si prevede un rinvio delle scadenze fiscali del 30 novembre ed ulteriori indennità per chi lavora nel settore turistico.

È stato prorogato dal 30 di novembre al 10 dicembre il termine per presentare la dichiarazione dei redditi e Irap. Questa è una delle novità contenute nel nuovo decreto che il governo ha varato domenica 29 novembre.

Nel decreto ci sono nuovi aiuti per i lavoratori stagionali nel settore turistico, dello spettacolo e per i lavoratori nel settore dello sport. Gli aiuti si estendono anche per il settore delle fiere e dei congressi

 

RINVIO SCADENZE FISCALI

Il DL Ristori quater prevede il rinvio delle scadenze fiscali del 30 novembre (secondo acconto delle imposte sui redditi e Irap) al 10 dicembre per imprese e professionisti. Per quanto riguarda le imprese con fatturato inferiore ai 50 milioni di euro, la scadenza è prevista al 30 aprile 2021, purché abbiano avuto un calo del fatturato del 33% nel primo semestre del 2020 rispetto allo stesso periodo nell’anno 2019. 

Lo slittamento vale anche per tutte le imprese nelle zone rosse e per i ristoranti nelle zone arancioni, a prescindere dalla perdita di ricavi. La presenza in zona rossa o arancione va verificata al 26 novembre 2020, pertanto Piemonte, Lombardia e Calabria ai fini di queste agevolazioni sono da considerare zone rosse.

 

INDENNITÀ PER I LAVORI DEL TURISMO E DELLO SPORT

Il DL Ristori Quater prevede un’indennità pari a 1.000€ per tutti i lavoratori del settore turistico, dello spettacolo e delle terme, che hanno cessato i loro rapporti lavorativi dal primo di gennaio, che non siano titolari di pensione, che non siano dipendenti e che non percepiscono la Naspi.

Inoltre, per i lavoratori nel settore dello sport, spetta un’indennità di 800€. L’indennità riguarda principalmente società e associazioni sportive dilettantistiche, Coni, Comitato italiano paralimpico.

 

IL CONTRIBUTO RISTORI ESTESO PER GLI AGENTI DI COMMERCIO

Il DL Ristori quarter prevede un contributo a fondo perduto anche per i soggetti che svolgono come attività prevalente quella di agenti e rappresentanti di commercio, procacciatori di affari e mediatori. Tra i codici ATECO inclusi nell’allegato 1 del DL Ristori-quarter, ci sono gli agenti e rappresentanti di carburanti, mobili, attrezzature per l’ufficio, vestiario, prodotti alimentari, orologi, elettrodomestici e procacciatori d’affari e mediatori di vari prodotti senza prevalenza di alcuno.

 

SETTORI ESCLUSI DI DL RISTORI

Non tutte le categorie sono state inserite nei DL Ristori (Ristori uno, bis, ter e quarter). Infatti, non è stato ancora stanziato nulla per gli allestitori di fiere, per i grossisti che distribuiscono prodotti alimentari e bevande a ristoranti, hotel, pub e i negozi di fiori che sono restati aperti. Anche questi ultimi tuttavia, senza eventi, feste e cerimonie sarebbero una categoria che necessita aiuto.

Restano esclusi dai Ristori, inoltre, il settore wedding compreso le sartorie per abiti da sposa e abiti da cerimonia e tutti quei liberi professionisti che si occupano di redigere un progetto per la cerimonia di nozze e che poi viene organizzato ed allestito da terzi.

Fuori dalla lista le mense scolastiche e aziendali e i gestori delle “macchinette” di caffè e merendine che sono uno dei settori più penalizzati con la didattica e il lavoro a distanza.

Si ricorda inoltre che i soggetti che non avevano presentato l’istanza per il precedente contributo DL Rilancio, l’istanza per il contributo DL Ristori va presentata entro il 15 gennaio 2021

Pubblicato in Notizie

Tutti i contribuenti che non avevano presentato l’istanza per il contributo previsto dal DL Rilancio ex art. 25 del DL 34/2020, possono presentare le domande per i contributi a fondo perduto dei DL Ristori (“Ristori 1” o “Ristori2”)

Chi ha già presentato l’istanza precedente (DL Rilancio ex art. 25 del DL 34/2020) riceverà il contributo automaticamente (avendone diritto).

È possibile presentare le domande per i contributi a fondo perduto dei DL Ristori dal 20 novembre 2020 fino al 15 gennaio 2021!

 

Contributi Ristori e Ristori-bis

Il Governo con il nuovo DL “Ristori(Ristori 1) n.137 del 28/10/2020 ha riconosciuto un contributo a fondo perduto a tutti quei soggetti che hanno la partita IVA attiva e che dichiarano di svolgere come attività prevalente una di quelle riferite ai codici ATECO riportati nell’allegato 1.

Il contributo a fondo perduto del DL Ristori spetta a condizione che l'ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai due terzi dell'ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019.

Questo requisito non è però necessario per i soggetti che hanno attivato la partita IVA dal 1° gennaio 2019.

Alcuni dei Codici ATECO interessati: Trasporto taxi, gestioni di ski-lift, alberghi, villaggi turistici, case vacanze, bed & breakfast, ristorazione, gelaterie, pasticcerie, catering, organizzazione di convegni e fiere, creazioni artistiche e letterarie, gestione di stadi, piscine, impianti sportivi, palestre e molte attività di organizzazioni.

Naturalmente la lista non finisce qui, perciò vi rimandiamo alla lettura dell’allegato 1 del DL Ristori.

Con l’art.2 del DL 149/2020, DL Ristori-bis (Ristori 2), vengono destinati i contributi esclusivamente ai titolari di partita IVA che hanno il domicilio fiscale o sede operativa nelle aree caratterizzate da un alto livello di rischio (le regioni “rosse”) ed esercitano come attività prevalente una di quelle che rientrano nei codici ATECO nell’allegato 2 del DL Ristori-bis.

Alcune delle attività interessate dal DL Ristori-bis sono: Grandi magazzini, varie attività di Commercio al dettaglio, Agenzie matrimoniali, Attività di tatuaggio e piercing, Servizi di manicure e pedicure, Servizi degli istituti di bellezza.

 

Modalità di presentazione dell’Istanza

L’istanza oltre ai dati identificativi del soggetto e del rappresentante legale, deve contenere ammontare di ricavi e compensi nel 2019, ammontare fatturato mese di aprile 2019 e del mese di aprile 2020, IBAN e Codice Fiscale.

L’Agenzia delle Entrate eroga il contributo sulla base delle informazioni contenute nell’istanza mediante l’accredito diretto sul conto corrente del beneficiario.

 

Come vengono calcolati i contributi

L’ammontare del contributo viene determinato calcolando in primo luogo la differenza tra ammontare di fatturato e corrispettivi di aprile 2020 e quello di aprile 2019. Al risultato, vengono applicate le percentuali di seguito riportate.

  • 20% per i soggetti con ricavi/ compensi nel 2019 minore di 400.000€
  • 15% per i soggetti con ricavi/ compensi nel 2019 compreso tra 400.000€ e fino a 1 milione di euro
  • 10% per i soggetti con ricavi/ compensi nel 2019 superiore a 1 milione di euro

Infine, il risultato del calcolo viene moltiplicato per la percentuale presente negli allegati (da 50% al 400% nel DL Ristoro e 200% nel DL Ristoro-bis).

L’ammontare del contributo, tuttavia, non può essere superiore a 150.000€

L’ammontare minimo dei contributi è riconosciuto ai soggetti spettanti per un importo non inferiore a 1.000€ per le persone fisiche e di 2.000€ per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

 

Per informazioni su come presentare la domanda contattaci a info@mca-associati.com
Pubblicato in Notizie

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Utilizzo dei Cookie

Informazioni generali

I cookie sono piccoli file di testo utilizzati dal dispositivo dell'utente per memorizzare i dati relativi a uno specifico sito; i cookie albergano sul dispositivo dell'utente e vengono esaminati ogniqualvolta l'utente accede nuovamente al sito.
I cookie utilizzati in questo sito sono standard e vengono utilizzati anche per collezionare anonimamente dati che aiutano a migliorare il sito stesso, come ad esempio le statistiche di navigazione dei visitatori.

Tipi di cookie

Di seguito vengono elencati i vari tipi di cookie impiegati in questo sito, e il loro scopo.

- Gestione delle sessioni
Questi cookies sono utilizzati per semplificare la navigazione nel sito e per utilizzare diversi servizi all'interno del sito; tipicamente la loro durata si limita al tempo in cui il browser utilizzato dall'utente rimane attivo, per poi venire eliminati una volta che il browser viene chiusi. Alcuni cookie possono aver bisogno di rimanere più a lungo della singola visita effettuata dal navigatore per mezzo del browser.

- Monitoraggio delle prestazioni
Per migliorare costantemente l'esperienza di navigazione dei nostri utenti, le visite vengono monitorate anonimamente.

- Utilizzo delle funzionalità
Questi cookie memorizzano le preferenze per il Sito, ad esempio la registrazione alla newsletter o la personalizzazione delle impostazioni del sito (ad esempio la lingua preferita).

Gestione delle preferenze relative ai cookie

La maggior parte dei browser (Internet Explorer, Firefox, etc.) sono configurati per accettare i cookie. Tuttavia, la maggior parte dei browser permette di controllare e anche disabilitare i cookie attraverso le impostazioni del browser. Ti ricordiamo però che disabilitare i cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del sito e/o limitare il servizio offerto.

Per modificare le impostazioni, segui il procedimento indicato dai vari browser che trovi alle voci "Opzioni" o "Preferenze".
Puoi scegliere in ogni momento quali cookie accettare e quali rifiutare usando le impostazioni del browser che usi (Google Chrome, Internet Explorer, Firefox...)
Verifica la funzione "guida" del tuo browser per sapere meglio come procedere.
Per saperne di più riguardo ai cookie leggi la normativa.

Ecco una lista dei fornitori di cookie del nostro sito:
Google / Youtube
Google Analytics
Per saperne di più riguardo ai cookie Google / Youtube visita la pagina in merito alla privacy di Google.com e Youtube.com

In futuro, potranno venire aggiunti al nostro sito nuovi servizi comprensivi di cookie: in tal caso, aggiorneremo le informazioni qui fornite per offrirne la relativa spiegazione.

Per ulteriori informazioni sull'uso dei cookie contattaci.

MCA PROFESSIONISTI ASSOCIATI

P.IVA 08513890015